Artrite, artrosi e dieta

Artrite, artrosi e dieta

Buongiorno a tutti! Oggi parleremo di due malattie articolari molto diffuse e temute: l’artrite e l’artrosi.

Esiste una dieta che ci permetta di controllare i loro infausti effetti? Possiamo fare qualcosa per stare meglio e conviverci senza dolori?

PARTIAMO DALLE BASI, COSA SONO LE MALATTIE ARTICOLARI?

Ma iniziamo a definire e distinguere le due malattie. Cos’è l’artrite? Cos’è l’artrosi? artrosi e dieta

Artrosi

L’artrosi è una malattia cronica degenerativa che causa danno al nostro sistema articolare. In pratica la cartilagine (che si trova sulla superficie delle articolazioni) col tempo si danneggia, usura e gradualmente si distrugge. All’inizio il nostro organismo riesce a compensare la distruzione cellulare rimpiazzandola con nuove cellule sane che sostituiscono quelle lese, ma col tempo smette di farlo. Si arriva quindi al punto in cui la degradazione è nettamente superiore alla sintesi (costruzione) delle cellule articolari sane e nuove.

I sintomi principali dell’artrosi sono dolore, gonfiore, rigidità articolare e difficoltà a compiere i movimenti, anche quelli più banali.

Le cause che portano all’insorgenza di questa malattia sono solitamente familiari, essa infatti si trasmette quasi sempre da una generazione all’altra.

Altri fattori di rischio sono comunque: il sesso femminile (nel 75% dei casi infatti è il gentil sesso a soffrirne), l’età superiore ai 45 anni o post menopausale nella donna, il sovrappeso, la scarsa attività fisica e motoria, il fumo di sigaretta, lo stress, l’uso e abuso di farmaci e la dieta scorretta.

Artrite

Con il termine “Artrite” si intende invece una malattia autoimmune. Ciò significa che le cellule del sistema immunitario della persona che ne soffre, per un errore o un difetto, non riconoscono le cartilagini delle articolazioni. Peggio: le vedono come dei veri e propri nemici e, al pari di altri elementi dannosi come batteri e virus e le attaccano distruggendole. A questa malattia non esiste una soluzione diversa dai farmaci immuno-sopressori. Essi vanno appunto ad agire contro il sistema immunitario annullando l’attacco alle cartilagini. Inutile dire che gli effetti collaterali sono però molto importanti e spesso causano disagi in chi è costretto ad assumerli.

Perché è importante la dieta nell’artrosi

Essendo una malattia infiammatoria l’artrosi porta alla sintesi di particolari sostanze (Interleuchine, Neuropeptidi e Proteina C reattiva) che stimolano la comparsa di altre malattie sistemiche correlate. Diabete mellito, malattie cardiovascolari, tumori, malattie neuro-degenerative e molte altre hanno a monte la stessa causa: l’infiammazione sistemica, appunto.

E’ facile capire se siamo “infiammati” o meno. Nelle analisi del sangue di soggetti che presentano queste malattie si vedranno: glicemia alta (> 100mg/dL a digiuno), valori epatici elevati (ALT, AST e gammaGT), colesterolo alto (> 200mg/dL) oltre che sovrappeso o obesità.

Da questo momento in poi quindi entra in gioco la dieta!

DIETA E ARTROSI

La prima cosa da fare se si soffre di una malattia articolare è sicuramente perdere peso. Il motivo è molto semplice: le articolazioni soffrono se hanno più peso da sollevare! Più rimaniamo nei limiti del normopeso e più le cartilagini ringraziano indipendentemente dall’artrosi.

Oltre a questa banale premessa, le evidenze scientifiche dicono che esistono dei veri e propri cibi benefici (talvolta quasi curativi) e cibi dannosi per l’artrite/artrosi. Andiamo ad analizzarli.

L’acido arachidonico

L’acido arachidonico è un grasso della famiglia degli omega 6. Esso si trova principalmente nella carne rossa, nei tuorli delle uova e nei formaggi stagionati e molto grassi. Questo grasso promuove la creazione delle prostaglandine 2 e leucotrieni, elementi che stimolano l’infiammazione nel corpo e la vasodilatazione (visibile col rossore), il gonfiore e il dolore a livello articolare.

Gli omega 3 artrosi e dieta

Pesce azzurro, canapa, semi di lino, semi di chia e olio di pesce sono invece un elemento fondamentali nella combinazione dieta e artrosi. Essi producono infatti sostanze anti-infiammatorie potentissime! Formano quindi una membrana cellulare sana attorno all’articolazione.

L’insulina

L’insulina, ormone prodotto dal pancreas in risposta ad un aumento dello zucchero del sangue, sembra dannosa per l’artrosi in dosi eccessive. Essa infatti permette l’utilizzo dello zucchero introdotto con l’alimentazione a livello muscolare, ma se in eccesso o non utilizzato perché si è sedentari, lo zucchero viene trasformato in grasso di riserva. La conversione zucchero –> grasso di riserva porta alla formazione di sostanze di scarto (Radicali liberi) che danneggiano le cellule sane (tra cui quelle articolari). E’ importante quindi evitare attraverso la dieta i PICCHI glicemici, dati dall’introduzione di carboidrati semplici (ZUCCHERI) o alimenti raffinati (Farine bianche, prodotti da forno, ecc.).

I grassi saturi

I grassi contenuti nella carne rossa, negli affettati grassi, nel burro, nei formaggi stagionati, sono ricchi di grassi saturi. Essi solitamente si accumulano vicino agli organi interni aumentando ulteriormente l’infiammazione sistemica. Se assecondati ad una dieta ricca di zuccheri portano poi a rendere meno efficiente l’insulina e col tempo provocare l’insorgenza di Diabete Mellito, obesità e malattie cardiovascolare. Limitare quindi l’uso!!

L’acido urico

Carni rosse, selvaggina, superalcolici sono sostanze ricche di purina, una proteina che aumenta la produzione di acido urico. Esso va mantenuto basso in chi soffre di artrosi e artrite, in quanto richiama fluidi (ritenzione idrica), crea gonfiore, dà tensione e rigidità articolare e aumenta il dolore. Se a ciò è associata una scarsa idratazione (bisogna bere acqua!!) e poca attività fisica, l’acidità creata peggiora drasticamente il quadro clinico.

Le solanacee artrosi e dieta

Pomodoro, melanzane, peperoni, patate per fritture, sono parte della famiglia delle Solanacee. Alcuni studi recenti affermerebbero che una dieta ricca di solanina (contenuta appunto in essi) peggiori l’artrosi e l’artite! Andrebbe quindi limitato il loro consumo per evitare l’effetto tossico di questa sostanza.

ARTROSI E DIETA: I 10 MIGLIORI

Riassumo infine la top-ten dei cibi consigliati in caso di malattie articolari infiammatorie:

  • L’AVENA, molto digeribile, a basso indice glicemico, molto saziante e proteica aiuta il mantenimento delle articolazioni e modula l’infiammazione. Si può utilizzare in fiocchi (porridge d’avena a colazione), sotto forma di farina (pane d’avena, crepes con la farina d’avena e altre preparazioni) o in chicchi per variare al riso o alla pasta.

artrosi e dieta

  • I CERALI INTEGRALI. Riso, pasta, orzo, farro integrali oltre a mantenere le fibre, i minerali e le vitamine del cereale hanno il potere di alzare meno la glicemia (zucchero nel sangue), riducendo quindi l’azione dell’insulina.
  • I LEGUMI. Piselli, lenticchie, ceci, fagioli, soia sono ottimi sostituiti della carne e delle fonti proteiche animali da tenere sotto controllo nell’artrosi e dieta conseguente. Sono ricchi di fibre, di minerali, di vitamine e hanno ottime proprietà antinfiammatorie! A differenza delle altre fonti proteiche inoltre non forniscono grassi!
  • Il PESCE AZZURRO. Sgombri, sardine, tonno, salmone, nasello, branzino e tutti i pesci bianchi sono ricchi di grassi omega 3, importanti nella modulazione dell’infiammazione.
  • La SOIA. Ricca di ISOFLAVONI essa ha proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti. Aiuta inoltre nella riduzione del colesterolo.
  • Gli ORTAGGI. Elemento imprescindibile della “artrosi e dieta” sono i vegetali. Come già detto la verdura e la frutta aiutano lo svolgimento corretto delle funzioni metaboliche e prevengono lo stress ossidativo che causa il danno articolare. Mai consumare un pasto privo di verdura!
  • FRUTTA di stagione. Due volte al giorno la frutta (soprattutto quella viola e rossa) ci permette il pieno di vitamine, antiossidanti e acqua. Anche la frutta secca oleosa e i semi sono fondamentali nell’artrosi e dieta relativa.
  • Le ALGHE. Vivendo nel mare anche le alghe sono ricche di omega 3 e iodio come il pesce. Se piacciono possono essere un ottimo alimento da introdurre nella dieta e che migliora l’effetto degli omega 3 del pesce.
  • Le SPEZIE. Le spezie oltre che dare sapore agli alimenti, spesso sono dei veri e propri nutraceuti! Zenzero, curcuma, peperoncino, pepe, cannella, curry, combattono l’infiammazione artrosica e sostituiscono il sale, nemico numero uno nel caso di malattie infiammatorie e cardiovascolari.

artrosi e dieta

  • Bevande come l’ACQUA, il Tè VERDE, il VINO ROSSO sono regolatori metabolici e ricchissimi di antiossidanti! Almeno 2 litri di acqua, 1 tazza di tè verde al giorno e un bicchiere di buon rosso aiutano nella dieta anti artrosi.

CONCLUSIONI

Ovviamente tutte le indicazioni precedenti andrebbero viste insieme ad un dietista o nutrizionista che, oltre a conoscere benissimo queste nozioni, sappia calcolare una dieta su misura per te e le tue problematiche.

Come vedi comunque non c’è niente di strano nella dieta anti artrosi e può essere seguita da tutti con enormi benefici anche per chi non ne soffre! Prevenire e meglio che curare, stare bene è meglio che soffrire. Muoviti di più e mangia meglio, vedrai che sarai più felice e in forma che mai, anche con patologie importanti come l’artrosi!

A presto e buona dieta a tutti! 😉

Alice

Lascia un commento